Home SERIE A Il Torino, il calcio e il Covid.

Il Torino, il calcio e il Covid.

21
0

Venerdì sera il Torino avrebbe dovuto aprire la 24^ giornata del Campionato di serie A contro il Sassuolo. Gli emiliani, allenati da De Zerbi, giocano un calcio dinamico e intenso, anche se arrivano da un periodo in cui sembrano aver perduto un po’ di smalto e brillantezza. I granata invece, con Nicola in panchina, hanno ritrovato solidità difensiva e compattezza dei reparti, inanellando una striscia di risultati utili nel cammino che porta verso la salvezza. Due squadre ad immagine e somiglianza dei loro tecnici: estrosa la prima e concreta la seconda. Anche se per obiettivi diversi quella di venerdì sera sarebbe stata per entrambe una partita da vincere. Ma ad inizio delle scorsa settimana a Torino si è palesato un ospite inaspettato, assolutamente non invitato e non gradito, il coronavirus. Nella sua variante inglese ha colpito ad oggi ben 8 calciatori e 2 membri dello staff. Al momento, si tratta del cluster più importante da quando è ripreso il campionato di calcio, tanto da far intervenire l’ASL competente che ha disposto il blocco degli allenamenti per cercare di arginare il focolaio, inducendo la Lega di A al rinvio della gara contro i neroverdi e probabilmente contro Lazio e Crotone. Ma mentre la squadra si trova in isolamento domiciliare da martedì, senza possibilità di allenarsi in gruppo, è intervenuto il presidente laziale Lotito, dichiarando: “Prima squadra bloccata? Giochi la Primavera”
Sabato sera il tecnico Inzaghi si è lanciato in una esternazione fuori luogo: “Torino più riposato di noi ma vogliamo giocare”. Due provocazioni belle e buone, tipiche di un calcio che ha voluto riprendere il campionato a tutti i costi, sacrificando i propri soldati-calciatori al Dio danaro. Un calcio immorale e privo dei valori ancestrali dello sport: rispetto dell’avversario, lealtà, sportività e tanto altro. E allora il Torino faccia qualcosa di straordinario, non mandi la squadra a Roma o addirittura schieri i pulcini. Almeno la Lazio, la stessa che all’andata giocò con 2 positivi, violando i protocolli anti-covid, avrà i suoi 3 punti. The show must go on, forza Bayern Monaco.
“Dove osano le aquile intervengano i pulcini” (cit.)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui